Home » Regolazione del Mercato » Concorsi a premio

Concorsi a premio

In applicazione del DPR 430/2001, le Camere di Commercio svolgono il servizio di intervento nei Concorsi a premio.

In particolare, le manifestazioni a premio sono manifestazioni pubblicitarie che si dividono in "concorsi" ed "operazioni a premio".

Si realizza l'operazione a premio quando, a seguito dell'acquisto o vendita di un prodotto, viene conferito a tutti i partecipanti il premio promesso; si realizza il concorso a premio quando un'iniziativa commerciale prevede che, con o senza l'acquisto del prodotto c/o del servizio, il premio è attribuito solo ad alcuni dei partecipanti. I concorsi non possono esser svolti per un periodo di tempo superiore ad un anno, le operazioni a premi, per un periodo non superiore ai cinque anni dalla data d'inizio. Tra i premi ammessi rientrano genericamente tutti i "beni", gli sconti di prezzo e i documenti di legittimazione di cui all'articolo 2002 del c.c.. Sono tassativamente esclusi tra i premi oggetto delle manifestazioni il denaro ed i titoli dei prestiti pubblici e privati, le azioni, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento, le polizze di assicurazione sulla vita.

I soggetti che intendono svolgere un concorso a premio devono darne comunicazione, prima dell'inizio, al Ministero dello Sviluppo Economico, mediante compilazione e trasmissione di apposito modulo elettronico (form), predisposto dallo stesso Ministero, attraverso il portale Prem@Online a cui si accede attraverso un apposito sistema di autenticazione digitale, fornendo altresì il regolamento del concorso nonché la documentazione comprovante l'avvenuta prestazione della cauzione.

Nella fase di assegnazione dei premi è disposto che l'individuazione dei vincitori avvenga sempre attraverso l'intervento del notaio o del funzionario della Camera di Commercio competente per territorio, liberamente scelti dal promotore.

Il soggetto titolare del potere sanzionatorio è il Ministero dello Sviluppo Economico; la sanzione è irrogata con ordinanza-ingiunzione del competente Ufficio ed è soggetta alle normali impugnative.

Il Responsabile della Tutela del Consumatore e della Fede Pubblica della Camera di Commercio di Chieti Pescara è la Dott.ssa Maria Loreta Pagliaricci, Dirigente Area IV.

Violazioni e sanzioni

* effettuazione di manifestazioni vietate ( da una a tre volte l'ammontare dell'IVA dovuta per un importo comunque non inferiore a € 2.582,28)

* continuazione della manifestazione quando ne è vietato lo svolgimento ( sanzione precedente raddoppiata )

* effettuazione di concorsi a premio senza invio della comunicazione o comunicazione priva del regolamento o della documentazione comprovante l'avvenuto versamento della cauzione ( da € 2.065,83 a € 10.329,14 )

* comunicazione inviata successivamente all'inizío della manifestazione, ma prima della constatazione di eventuali violazioni ( riduzione al 50% della sanzione prevista )

* effettuazione del concorso con modalità difformi da quelle indicate nella comunicazione e nel regolamento ad esso allegato ( da € 1.032,91 a € 5.164,57)

Modulistica in evidenza

Modello richiesta intervento concorso a ....

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti leggi l' Informativa completa e clicca sul pulsante "OK" per proseguire con la navigazione ACCETTO NON ACCETTO