L'annotazione

Se successivamente al deposito il richiedente intende comunicare un mutamento di nome o domicilio del titolare del diritto di proprietà industriale o del suo mandatario, se vi sia, o una limitazione di prodotti per marchi, o trasformazioni giuridiche di società potrà presentare una specifica istanza di annotazione, ad uno degli Uffici Brevetti delle Camere di Commercio che provvederà a redigere apposito verbale e trasmettere la domanda al Ministero dello Sviluppo Economico – UIBM – Ufficio X – Via Molise, 19 – 00187 Roma.

Quali documenti bisognerà allegare?

L'istanza di annotazione dovrà essere redatta in unico esemplare, in bollo. E' possibile presentare una sola richiesta di annotazione quando la modifica riguardi più diritti di proprietà industriale, sia allo stato di domanda che concessi. In tal caso, è preferibile che siano allegate un numero di copie dell'istanza di annotazione e della relativa documentazione corrispondente al numero di domande di brevettazione o di registrazione in essa contenute, in modo da consentire agli uffici, rispettivamente competenti, la separata trattazione dell'istanza. Non è prevista la possibilità di formulare contestualmente istanze di trascrizione ed istanze di annotazione.

All'istanza di annotazione andrà allegato il documento giustificativo dell'annotazione, nelle previste forme legali.

Modulistica

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti leggi l' Informativa completa e clicca sul pulsante "OK" per proseguire con la navigazione ACCETTO NON ACCETTO