Home » Regolazione del Mercato » Contratti tipo e clausole vessatorie

Contratti tipo e clausole vessatorie

Cosa sono le clausole vessatorie

Nei contratti che regolano l'acquisto di beni e la fornitura di servizi, che hanno come parti il consumatore e l'imprenditore, è frequente trovare delle clausole, che si definiscono vessatorie e comportano taluni svantaggi o taluni oneri eccessivi per il consumatore.

Tale fenomeno è maggiormente riscontrabile quando sono gli imprenditori a predisporre modelli, formulari o condizioni generali di contratto per facilitare la gestione di molteplici contratti della stessa specie.

A tali modelli, formulari o condizioni generali il consumatore è chiamato semplicemente ad aderire con la propria sottoscrizione senza potervi, di regola, apportare modifiche.

Una direttiva comunitaria, la 93/13/CEE è intervenuta sulla materia; in Italia, tale direttiva è stata recepita attraverso la L. 6 febbraio 1996, n. 52 (Legge comunitaria 1994) i cui contenuti si trovano trasfusi negli artt. 33 e segg. Codice del consumo (D.Lgs. 206/2005).

 

Cosa sono i contratti tipo

Tra i compiti di regolazione del mercato rientra la predisposizione e la promozione di contratti-tipo, strumenti a carattere preventivo volti ad evitare l’insorgenza di controversie e problemi tra consumatori e imprese o tra imprese, al fine di garantire regole di trasparenza ed equità nel mercato.

La loro realizzazione, coordinata da Unioncamere, è il risultato di una concertazione sia a livello locale che nazionale con i principali rappresentanti delle categorie economiche interessate e delle associazioni dei consumatori.

Sul sito web http://www.contratti-tipo.camcom.it/ è disponibile una banca dati nazionale dei contratti tipo, codici di condotta e pareri sulla presenza di clausole inique predisposti dalle Camere di Commercio e condivisi a livello nazionale, nonché notizie utili in materia di regolamentazione del mercato e tutela del consumatore.

I contratti predisposti dal sistema camerale sono condivisi a livello nazionale dalla Commissione nazionale di coordinamento sui contratti-tipo di Unioncamere, alla quale partecipano, tra gli altri, rappresentanti dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato e del Ministero dello Sviluppo Economico, delle associazioni di categoria e dei consumatori.

A chi rivolgersi:

Area IV Regolazione e Tutela del Mercato

Servizio ADR, Compliance, Tutela del Consumatore

Dirigente - Dott.ssa Maria Loreta Pagliaricci – 0871.5450463

Responsabile del Procedimento - Dott.ssa Ilaria Di Luigi - 085.4536235

Si riceve su appuntamento

Sede Legale - Via F.lli Pomilio sn – Chieti Scalo (Chieti)

Sede secondaria – Via Conte di Ruvo 2 - Pescara

Email: conciliazione@chpe.camcom.it

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti leggi l' Informativa completa e clicca sul pulsante "OK" per proseguire con la navigazione ACCETTO NON ACCETTO