MAGAZZINI GENERALI

I Magazzini Generali sono infrastrutture adibite alla custodia ed alla conservazione delle merci e delle derrate, nazionali ed estere. Ai depositanti, che ne facciano esplicita richiesta, vengono  rilasciati dai Magazzini generali speciali titoli di commercio denominati "fede di deposito" (relativa alla titolarità della merce) e "nota di pegno" (relativa a un diritto di garanzia sulle merci depositate). Tali documenti consentono la circolazione delle merci senza trasferimento materiale delle stesse e costituiscono titoli di credito commerciale.

GLI IMPRENDITORI CHE INTENDONO ATTIVARE UN MAGAZZINO GENERALE DEVONO PREDISPORRE UN REGOLARE PROGETTO COMPRENSIVO DI TUTTI I DOCUMENTI NECESSARI, DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE.

 Il progetto deve contenere:

a) planimetrie generali e particolari dei locali

b) relazione tecnica

c) concessione di costruzione

d) certificato di agibilità
e) certificato di prevenzione incendi
f) regolamento e tariffario del magazzino, redatti per atto notarile

g) copia dell'atto costitutivo e dello statuto della società

h) deposito cauzionale per lo svolgimento dell'attività relativa ai Magazzini Generali

 

La richiesta di autorizzazione deve essere presentata al MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, per il tramite della Camera di Commercio territorialmente competente, che dovrà esprimere il proprio parere di merito sull’opportunità dell’istituzione del magazzino, sulla idoneità dei locali prescelti e dei loro impianti in relazione alle esigenze del commercio e della conservazione delle merci e sulla sufficienza delle garanzie offerte allo Stato e ai depositanti.

Il Decreto di autorizzazione  è emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 Le Camere di Commercio, inoltre, esercitano funzioni di vigilanza effettuando ispezioni annuali presso i magazzini presenti sui territori provinciali di propria competenza, verificandone i depositi, la conservazione delle merci ed esaminandone i libri, i registri, gli atti e i documenti relativi all'attività.

 

NORMATIVA  DI RIFERIMENTO

R.D.L. 1 LUGLIO 1926, N. 2290 (convertito nella legge n. 1158/1927)
Ordinamento dei magazzini generali.
LEGGE 12 MAGGIO 1930, N. 685
Modificazioni al Regio decreto-legge 1 luglio 1926, n. 2290, convertito nella Legge 9 giugno 1927, n. 1158, sull'ordinamento dei magazzini generali
R.D. 16 GENNAIO 1927, N. 126
Approvazione del regolamento generale concernente l'ordinamento e l'esercizio dei magazzini generali e l'applicazione delle discipline doganali ai predetti magazzini generali.
R.D. 17 GIUGNO 1938, N. 856
Nuovo regolamento per l'applicazione del testo unico di leggi sui depositi franchi
D.P.R. 28 GIUGNO 1955, N. 620.
Decentramento dei servizi del Ministero dell'industria e del commercio
D.P.R. 9 LUGLIO 2010, N. 137
Regolamento recante modifiche all'articolo 2, primo comma, del regio decreto 16 gennaio 1927, n. 126, concernente l'ordinamento e l'esercizio dei magazzini generali
Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti leggi l' Informativa completa e clicca sul pulsante "OK" per proseguire con la navigazione ACCETTO NON ACCETTO