Home » Informazione & Comunicazione » lettura Notizie e comunicati

Elenco attività sospese

Attività sospese due
23 mar 2020

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22/03/2020, sono sospese fino al 13 aprile (DPCM 1/04/2020) tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle riportate per codice ateco nell'allegato 1 del citato documento, salvo che esse vengano svolte in modalità a distanza o lavoro agile. Restano, inoltre, consentite tutte le attività idonee a dare continuità alle filiere riporate nell'allegato 1, oltre a quelle definite di pubblica utilità e contemplate dalla legge 146/1990.

Si ricorda che, ai fini della legge 146/1990, sono considerati servizi di pubblica utilità, indipendentemente dalla natura giuridica del rapporto di lavoro, anche se svolti in regime di concessione o mediante convenzione, quelli volti a garantire il godimento dei diritti della persona, costituzionalmente tutelati, alla vita, alla salute, alla libertà ed alla sicurezza, alla libertà di circolazione, all'assistenza e previdenza sociale, all'istruzione ed alla libertà di comunicazione.

Non sono invece sospese le attività professionali.

Si raccomanda, infine, che l'interruzione di tutte le attività avvenga entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione delle merci in giacenza.

A questo proposito, è stato costituito un gruppo di supporto tecnico alle Prefetture di Chieti e Pescara con componenti espressione di varie istituzioni pubbliche interessate, tra cui la Camera di Commercio di Chieti che sarà rappresentata dal nostro segretario generale Michele De Vita.

La Camera ha messo a disposizione delle Prefetture gli elenchi delle imprese, individuate in base ai codici Ateco secondo l'allegato 1 del DPCM del 22 marzo, che possono continuare a svolgere la propria attività.

Le comunicazioni relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all’allegato n. 1 del citato decreto, dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n. 146/1990, dovranno essere inviate alla casella PEC della Prefettura (della provincia ove è ubicata l'attività produttiva e/o il luogo ove saranno svolti  i predetti servizi)  da parte del legale rappresentante dell’impresa interessata, avendo cura di indicare nell’oggetto “DPCM 22 marzo 2020 – comunicazione attività” complete delle seguenti informazioni: sede dello stabilimento, tipologia di attività, imprese ed amministrazioni beneficiarie dei prodotti e dei servizi attinenti alle attività consentite, da comprovare con copia di contratto commerciale.

In allegato il template per la comunicazione.

Di seguito  riferimenti pec delle province:

 

Allegato: DPCM - 22 03 2020.pdf (2516 kb) File con estensione pdf
Allegato: CODICI ATECO ATTIVITA'.pdf (1383 kb) File con estensione pdf
Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti leggi l' Informativa completa e clicca sul pulsante "OK" per proseguire con la navigazione ACCETTO NON ACCETTO